Translate

lunedì 18 gennaio 2016

Fecondazione Assistita dalla A alla Z - Capitolo 1

In questo primo capitolo i nomi Procreazione Medicalmente Assistita, Fecondazione Assistita, Riproduzione Assistita sono considerati sinonimi.
La prima bambina nata con la Fivet risale al 1978 ad opera di Edwards (biologo) e Steptoe (ginecologo).
Il primo bambino nato con la ICSI risale al 1992.
Oggi più di 5 milioni di bambini al mondo sono nati con la Fivet o la ICSI



giovedì 7 gennaio 2016

Una ricerca inglese riferisce: la seconda raccolta del liquido seminale è migliore

Secondo ricercatori inglesi il liquido seminale è migliore in numero, motilità e morfologia alla seconda raccolta, dopo 30 min dalla prima. Scoperta utilizzabile nella Fecondazione Assistita




venerdì 11 luglio 2014

L'età della donna influisce negativamente sulla possibilità di una gravidanza. Fallimenti nella PMA

L'età della donna influisce negativamente sulla possibilità di una gravidanza in tutto contesto dell'Infertilità.

Nell'infertilità inspiegata, cioè in quella situazione nella quale, nonostante tutti gli esami fatti, non si trovano le spiegazioni, è difficile capire se mancato concepimento dipende da qualche esame non approfondito o dall'età femminile.


mercoledì 13 ottobre 2010

Malformazioni uterine - l'utero didelfo


L'utero didelfo è una malformazione molto rara. Non è da confondersi con l’utero “bicorne” perché nell’utero didelfo coesistono due uteri completamente distinti, cioè formati da due corni separati. Questi continuano in due colli che sboccano o in una vagina unica o più spesso (nel 75% dei casi) in una vagina doppia, formata cioè da un'unica cavità e divisa in tutta la sua lunghezza da un setto longitudinale. Talvolta sono doppie anche le tube e le ovaie. Come l'utero bicorne anche questo tipo di malformazione uterina non è causa di infertilità accertata, ma è causa dell'aumento dell’incidenza di aborti spontanei (20-35%) e di parti prematuri (15-30%).
A volte, chi presenta questa malformazione potrà riscontrare dolore nei rapporti sessuali a causa del setto (qualora presente) che divide la vagina.
La diagnosi viene fatta in genere durante le normali visite ginecologiche ma l’ecografia rende ancor più evidente ed obiettiva questa rara situazione. Generalmente non è necessaria una terapia chirurgica. Tuttavia è consigliabile intervenire, solo dopo il ripetersi di aborti spontanei, sempre che non sia in corso una gravidanza. Se, invece, il concepimento è già avvenuto, è opportuno, come per altre malformazioni, eseguire un cerchiaggio al collo (o, meglio, ai due colli) dell’utero.
Il chirurgo potrà intervenire anche sul setto che divide la vagina, rimuovendolo solo se comporta fastidi importanti.

Disclaimer: le informazioni fornite da questo sito intendono supportare, e non sostituire, la relazione tra il paziente/visitatore del sito e il suo medico di riferimento