Translate

giovedì 2 aprile 2009

Se manca la motilità degli spermatozoi è inutile l'inseminazione intrauterina

La motilità totale(TM) degli spermatozoi, correlata ad una valutazione più rigorosa della forma degli spermatozoi, detta morfologia,(SM- strict morphology) può aiutare a valutare la probabilità di una gravidanza, secondo i criteri di Kruger.
I dati ottenuti da un nuovo studio condotto da alcuni ricercatori in Texas sono stati presentati alla 64a riunione annuale della American Society for Reproductive Medicine (ASRM). La ricerca suggerisce che la formula matematica SM*TM può essere utile per selezionare le coppie che non sono adatte per l'inseminazione intrauterina.

Moltiplicando cioè la percentuale della motilità degli spermatozoi per la percentuale degli spermatozoi morfologicamente normali (TM × SM) si può ricavare un importante indice predittivo di gravidanza. Questa valutazione si applica nei casi in cui il partner maschile abbia una percentuale di forme normali degli spermatozoi inferiore al 5%. Nella coppie in cui il maschio presenta questo problema, il valore di TM × SM è risultato più alto in quelle che poi hanno ottenuto la gravidanza. Quindi non si può considerare solo la morfologia, ma è necessario combinare i due parametri tra loro attraverso questa formula.

Perciò nel caso di un indice alto della formula si può anche provare a fare prima una IUI al posto di una ICSI sempre che la donna non abbia un'età superiore a 40 anni, una storia di endometriosi e problemi tubarici.

Nessun commento:

Disclaimer: le informazioni fornite da questo sito intendono supportare, e non sostituire, la relazione tra il paziente/visitatore del sito e il suo medico di riferimento